LIVERPOOL @ SHANGHAI Il waterfront come un brandscape nel caso studio di Liverpool Waters

  • Anna Attademo Università degli Studi di Napoli Federico II

Abstract

Sin dal XVIII sec. Liverpool è stata un'importante città portuale. Nel XX sec. questo modello economico è entrato in crisi e le aree portuali sono state abbandonate, corrodendo così il cuore pulsante del centro città. Da allora le amministrazioni locali hanno cercato di stimolare gli investimenti, valorizzando le testimonianze del passato mercantile, trasformandole in capisaldi per il commercio ed il tempo libero.

Il paesaggio portuale lascia il posto ad un brandscape, e Liverpool ricerca nella città di Shanghai un gemellaggio per attrarre investimenti cinesi ed accelerare la rigenerazione urbana. La città cinese si è fornita a partire dal piano "One city, Nine towns" del 2001, sia di una strategia di city branding che di un'efficace prospettiva pianificatoria, attraverso la realizzazione di zone di espansione lungo il waterfront, imitando stili di architettura europea.

Basandosi su questo modello, Liverpool propone il progetto Liverpool Waters, riproducendo Shanghai attraverso uno skyline di torri abnormi, a discapito dei vicini frammenti del passato portuale, classificati World Heritage Site dall'UNESCO. Il caposaldo principale, la Shanghai Tower, è progettato per raggiungere il livello socio-economico della città cinese, per assicurare a Liverpool una permanenza solida nel mercato globale delle città più forti e competitive.

In generale, il progetto individua un rapporto generico col mare, trascurando l'eredità portuale, spostando l'attenzione dal passato paesaggio portuale (che aveva il suo centro nel Pier Head) ad un nuovo brandscape. La città scompare alle spalle della nuova immagine proposta.

Questo articolo cerca di valutare in parallelo le strategie di branding e le connesse azioni di rigenerazione urbana, avvalendosi inoltre di una verifica progettuale, fornita dalla proposta di una nuova torre per il waterfront di Shanghai, che costruisca un equilibrio tra la costruzione di un brand di successo e il rispetto delle immanenze geografiche e storiche.

Downloads

Download data is not yet available.

##submission.authorBiography##

Anna Attademo, Università degli Studi di Napoli Federico II
PhD in Urbanistica e Pianificazione Territoriale
Pubblicato
2013-12-30
Sezione
Articoli